King Crimson – Frame by frame


Una delle canzoni più belle dei King Crimson, Frame by frame, tratta dall’album Discipline del 1982.

Nuova incarnazione dei King Crimson, nuova musica. Questa volta Fripp si presenta con la new wave nelle orecchie e la rivisita a modo suo, creando musica “cubista”, “picassiana”, multisfaccettata.

Buon ascolto

Annunci

In the court of the crimson king


Nel 1969 e King Crimson pubblicavano In the court of the crimson king, l’album che determina la nascita di quel fenomeno musicale che verrà chiamato “Rock progressivo”. Nessun altro esordio fu altrettanto folgorante, a partire dalla copertina del disco, che raffigura la faccia allucinata e distorta del “21st centory schizoid man”. La copertina fu realizzata da Berry Godber, amico di Peter Sinfiled (autore dei testi) e programmatore. Fripp stesso dice che la copertina del disco fu l’unica opera realizzata da Godber.

L’album parte con la già citata 21st century schizoid man, una delle più grandi canzoni della musica del XX secolo; è una canzone rabbiosa, sincopata, a tratti violenta, che travolge l’ascoltatore sin dal primo minuto. La voce filtrata di Greg Lake ci parla dell’ “uomo schizoide del 21-esimo secolo” mentre la musica scorrre via:cambi di tempo, sessione ritmica da paura, chitarra strozzata all’inverosimile, sax distorti.

Per gli ascoltatori del ’69 doveva trattarsi di un colpo allo stomaco e secondo molti è quasi fuori luogo se paragonata alle altre magnifiche composizioni che sono presenti nell’album.
Continua a leggere “In the court of the crimson king”